Accedi

×

Message

Direttiva dell'Unione Europea sulla e-Privacy

Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo impostare questi tipi di cookie nel vostro dispositivo.

Visualizza i documenti della Direttiva Europea sulla e-Privacy

Hai rifiutato cookie. Questa decisione può essere annullata.

Lettura ad alta voce e dizione

Lettura ad alta voceL'ARTE DI LEGGERE IN PUBBLICO
Laboratorio di lettura ad alta voce e dizione
Dieci incontri settimanali, il mercoledì dalle 18.30 alle 20.00
Condotto da Roberto Micali e Patrizia Spadaro

4-11-18-25 ottobre 2017
8-15-22-29 novembre 2017
6-13 dicembre 2017
Spazio ArTeMuDa
Via Drusacco 6 (zona Piazza Stampalia)
TORINO

Leggere in pubblico: dal testo alla parola, ovvero l’arte di “dare voce” ad un testo scritto. Dieci incontri settimanali per scoprire ed allenare la propria voce e usarla per “dare vita” ad un testo scritto.

Presentazione del laboratorio: lunedì 18 settembre 2017, ore 19
Incontro di prova aperto a tutti: mercoledì 20 settembre 2017 dalle 18.30 alle 20.00

L'uomo che legge a viva voce si espone completamente. Se non sa che cosa legge, è ignorante nelle parole, è qualcosa di penoso, e lo si capisce. Se si rifiuta di abitare la sua lettura, le parole rimangono lettera morta, e si sente. Se riempie il testo della sua presenza, l'autore si ritrae, è un numero da circo e si vede. L'uomo che legge a viva voce si espone completamente agli occhi che lo ascoltano. Se legge veramente, se ci mette il suo sapere dominando il piacere, se la lettura è un atto di simpatia per l'uditorio come per il testo e il suo autore, se egli riesce a far sentire la necessità di scrivere risvegliando i nostri più oscuri bisogni di capire, allora i libri si spalancano e in essi, dietro a lui, si riversa la folla di coloro che si credevano esclusi dalla lettura. (Daniel Pennac, "Come un romanzo")

OBIETTIVI DEL LABORATORIO

- migliorare l'uso della voce
- acquisire le principali nozioni base di dizione
- esplorare le possibilità della voce
- scoprire la musicalità del testo scritto

METODOLOGIE UTILIZZATE
- training dell'attore
- tecniche vocali

DESTINATARI DEL LABORATORIO
Tutti coloro che desiderano sviluppare la propria capacità di leggere in pubblico. Il workshop prevede un numero minimo di 4 partecipanti e un numero massimo di 10 partecipanti.

CONDUTTORI DEL CORSO

ROBERTO MICALI
Nasce a Torino nel 1964. Nel 1990 si laurea in Scienze dell'Informazione presso l'Università di Torino. Dal 1991 lavora presso il centro ricerche di Telecom Italia (TILAB, ex CSELT) come progettista di reti dati. Organizza e tiene corsi di formazione tecnica e partecipa come speaker a numerose conferenze internazionali nell'ambito delle telecomunicazioni. Nel campo del teatro e della danza contemporanea si forma con Sorelle Suburbe, Maria Fux, Odin Teatret, Stalker Teatro, Giorgio Rossi, Virgilio Sieni, Roberto Castello, Przemek Wasilkowski (Workcenter di Jerzy Grotowski e Thomas Richards), Beppe Rosso, Domenico Castaldo, Massimo Munaro (Teatro del Lemming). Nel 2004 si laurea in Teatro presso il DAMS di Torino con una tesi su L'utilizzo di strumenti a mediazione teatrale nel mondo del lavoro. Dal teatro d'impresa al training dell'attore. Dal 2004 è presidente dell'Associazione ArTeMuDa di Torino, dove partecipa come attore a molti degli spettacoli teatrali prodotti dall'Associazione e collabora alla realizzazione di convegni, serate di letture, video e pubblicazioni. Dal 2004 al 2013 collabora alla conduzione del laboratorio permanente di ricerca teatrale di Salbertrand (TO), diretto da Renato Sibille. Nel 2006 scrive il saggio Il teatro nel mondo del lavoro, pubblicato dall'Università Cattolica di Milano. Dal 2005 conduce, insieme a Patrizia Spadaro, il Laboratorio di Improvvisazione e Creatività Teatrale dell'Associazione ArTeMuDa a Torino. Nel 2012 firma la regia dello spettacolo Le donne forti danzano scalze, prodotto in collaborazione con Amnesty International. Dal 2012 al 2014 fa parte del Gruppo Volontari per la lettura del Circolo dei Lettori di Torino, in particolare per persone afasiche.

PATRIZIA SPADARO
Patrizia Spadaro nasce a Torino il 15 giugno 1967. Dedica la sua vita professionale al teatro e al lavoro in ambito sociale occupandosi di percorsi di accompagnamento e formazione. Si laurea  nel 2004 al DAMS presso l'Università di Torino in "Teorie e tecniche del teatro educativo e sociale", con una tesi dal titolo "Teatro al limite della libertà. Esperienze di teatro sociale in carcere minorile". Conduce laboratori di teatro in ambito sociale rivolti a diverse tipologie di utenze  (presso istituti penitenziari, scuole di diverso grado, comunità per disabili psichici, per minori a rischio e corsi per adulti). Nel 2003 fonda l'associazione ArTeMuDa, di cui oggi è vicepresidente, occupandosi della conduzione dei laboratori di improvvisazione e creatività e svolgendo l'attività di attrice e regista. Ha lavorato nel suo percorso professionale per vari enti e cooperative ( Cast, il Teatro dell'Angolo, la Maigret Magritte, l'Aics,  Muse-Torino, ArtQuarium). Accreditata come professionista dell'accompagnamento attraverso la Metodologia Reconnaissance des Acquis, oggi  lavora presso l'agenzia di Formazione Forcoop come orientatrice, consigliera di bilancio, formatrice e responsabile corsi. Presidente di "Aporti Aperte", associazione di volontariato nata nel 2005, opera a favore dei ragazzi che entrano in contatto con i servizi della Giustizia Minorile e in particolare dei ragazzi ristretti presso l'Istituto Penitenziario "Ferrante Aporti".

PREREQUISITI
Per la partecipazione al laboratorio non è richiesto alcun prerequisito particolare.

LUOGO

Spazio ArtemudaSPAZIO ARTEMUDA

INFO: Contatti

Share