Stampa

Distillare è imitare il sole

Distillare è imitare il sole!
DISTILLARE E' IMITARE IL SOLE!

1° DICEMBRE 2007
Deveys (Exilles)

Creazione collettiva del
Laboratorio Permanente di Ricerca Teatrale di Salbertrand

Da un'idea di
Gianfranco Joannas

Regia
Renato Sibille

Con la partecipazione di
Eliana Blanc, Roberta Borgatta, Arianna Cibonfa, Enrico Cibonfa, Bruno Gariglio,
Gianfranco Joannas, Emanuela Lecis, Luca Meyer, Roberto Micali, Barbara Patria, Monica Re,  Odilia Rossa, Nadia Ruffa, Renato Sibille, Giorgio Sigot, Patrizia Spadaro, Elisa Taverna

Musiche popolari
Parenaperde (Alberto Dotta, Massimo Falco, Valter Re)

Testi di
Gianfranco Joannas e Renato Sibille

Con citazioni liberamente tratte da
Dioscoride Pedanio Anazarbeo
Carlo Grande, La cavalcata selvaggia
Eschilo, Prometeo incatenato
Billie Holiday, La signora canta il blues

Effetti speciali e alcolici
Alambicco di Deveys

Montaggio
Giuseppe Glielmi

ArTeMuDa
2008

SINOSSI

Lo spettacolo si snoda nei vicoli e nei locali del forno comunale e dell'alambicco consortile di Deveys (Exilles), in occasione della distillazione della grappa il 1° dicembre 2007. La fase di carico e scarico dell'alambicco, che avviene ogni sei ore tra una lambiccata e l'altra, entra a far parte dello spettacolo, o meglio lo spettacolo si integra a tale fase dipendendone nei tempi e negli spazi. Lo spettacolo viene rappresentato nelle ore notturne; penombra, freddo e neve esaltano i toni misteriosi evocati dai vapori delle vinacce.
Sulla piazzetta del paese giungono due contadini con a spalle la gerla con cui vengono a far rifornimento di legna. Una contadina li aiuta nel carico mentre racconta loro la distillazione di fortuna nelle baracche di guerra. Quando i tre se ne vanno, giungono alcuni personaggi misteriosi, intabarrati e con i volti coperti da maschere. Si guardano attorno con circospezione e lasciano un paiolo nei pressi della fontana. Il canto del gallo e risa beffarde li spaventano e li costringono a ritirarsi. Giungono tre streghe che compiono riti oscuri, si avvicinano alla fontana e lavano il paiolo poi si dirigono verso i locali dell'alambicco da dove esce, appesa ad una rotaia aerea, il calderone dell'alambicco a svuotare i residui nel vicolo. Alcuni uomini effettuano le operazioni di carico e scarico delle vinacce e riportano il calderone all'interno mentre le streghe conducono un contadino in catene e lo assicurano ad una porta del vicolo. Il pubblico è fatto entrare nel locale del forno comunale dove ascolta in occitano e in italiano la spiegazione del processo di distillazione della grappa. Al giungere del canto delle streghe il pubblico è invitato a ritornare nel vicolo dove il malcapitato incatenato si lamenta. Giunge un compare a liberarlo e a recuperare, insieme a lui, le pergamene del segreto della distillazione. I due felici scappano con le pergamene, ma non sanno leggere e sono costretti a rivolgersi ai dotti Tabarri che decifrano alcunii segni e chiamano il Marmoou, un essere terrifico che sarà l'unico a poter decifrare il segreto: "Distillare è imitare il sole!". Lungo il vicolo una donna nell'atto di setacciare della cenere racconta di distillazioni clandestine in carcere e, al termine, al canto della voce di Billie Holiday si allontana mentre la grappa è servita al pubblico tra musica e danze.


IL VIDEO "DISTILLARE E' IMITARE IL SOLE!" HA PARTECIPATO AL PIEMONTE MOVIE 2009

Piemonte Movie Festival 2009
PIEMONTE MOVIE 2009
Un anno di cinema sotto la Mole

Tutto sul cinema in Piemonte in un festival vetrina della produzione 2009, ma anche un festival giovane che si occupa del presente con uno sguardo al futuro e un occhio attento al passato, in programmazione nelle sale cinematografiche di Torino e Moncalieri dal 4 al 14 marzo 2009.

Dieci giorni di festival con oltre 200 proiezioni in programma, numerose anteprime di lungometraggi e documentari, lavori di animazione, concorsi, omaggi, incontri e dibattiti a Torino e fuori Torino.

L'Associazione ArTeMuDa partecipa alla rassegna con ben tre video, realizzati con le riprese di tre spettacoli teatrali realizzati dal Laboratorio Permanente di Ricerca Teatrale di Salbertrand, con la regia di Renato Sibille:

Tutti i lavori presentati al festival confluiranno nel Catalogo della manifestazione, una pubblicazione speciale della rivista Mondo Niovo dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema che diventa, per l'occasione, l'Annuario del Cinema in Piemonte, un archivio aggiornato, unico nel suo genere, di ciò che si produce nella nostra regione ma anche un accurato lavoro di memorialistica per le future generazioni.

Martedì 10 marzo 2009
Cinema Massimo 3
Ore 18,00 Terre di Cinema
Oltre l'eco (2008, 30') di Renato Sibille
Ore 18,45 Anteprima Panoramica Doc
La coda è più lunga da spellare (2008, 55') di Barbara Allemand
L'angelo della Peste (2008, 38') di Renato Sibille

Domenica 8 marzo 2009
Unione Culturale
Ore 20,15 Concorso Spazio Piemonte - Programma 3
Distillare è imitare il sole di Renato Sibille (30')
(In replica martedì 10 marzo presso il Cinema Empire alle ore 15,00)