Skip to content

Vivere in piedi

Scritto e interpretato da Fabio Liberatore, Tiziana Rubano, Emanuela Sarzotti, Patrizia Spadaro/Silvia Mascolo

Regia di Alberto Barbi

Supporto tecnico di Manuel Regazzoni/Roberto Micali

Anno di produzione: 2017

Scarica la scheda tecnica dello spettacolo

Descrizione

Lo spettacolo teatrale prende spunto principalmente da “Rivoluzionaria professionale – Autobiografia di una partigiana comunista” di Teresa Noce, riedito nel 2016 da Red Star Press, e da “Gli irregolari. Amori comunisti al tempo della guerra fredda”, di Anna Tonelli, docente di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Urbino. Le tre Parche, rivisitate in chiave grottesca, ripercorrono il filo della vita di Teresa e ne rievocano alcuni degli episodi fondamentali. Anche gli attori, trascinati dalla dinamica del racconto, rivedono Teresa riflessa nelle proprie vite.

La storia di Teresa Noce è la storia del Novecento. Delle lotte per i diritti delle lavoratrici, per la tutela della donna nel matrimonio, della maternità, della parità di salario, dell’impegno politico e sociale. Teresa Noce non solo scrisse la nostra Costituzione, ma lavoró alacremente all’approvazione delle leggi che garantissero davvero quei diritti per tutte e per tutti. Teresa Noce fu partigiana, combattente, membro dell’Assemblea Costituente, parlamentare, segretaria di Partito, operaia e scrittrice. Donna del popolo e classe dirigente di questa nostra democrazia. Teresa Noce ha fatto la storia dell’Italia, partendo da Torino e qui vogliamo che resti, come guida e traccia per le nostre conquiste, passate e future. Grazie all’Associazione ArTeMuDa che sta ricostruendo pazientemente e con entusiasmo il percorso di questa donna straordinaria e in autunno ne riporterà la storia sul palcoscenico. La Commissione toponomastica del Comune di Torino un anno fa approvò l’intitolazione di una via a Teresa, su proposta di Adriana Scavello votata da tutto il Consiglio della Circoscrizione 6. I settant’anni dell’Assemblea Costituente rappresentano un’occasione da non perdere (Nadia Conticelli, 2017).

Presentato nel mese di giugno 2017 il PROGETTO VIA TERESA NOCE, promosso dall’Associazione ArTeMuDa in collaborazione con l’Associazione Toponomastica Femminile e il sostegno di ANPI Comitato Provinciale di Torino, CGIL, MAU-Museo d’Arte Urbana di Torino, Museo Diffuso della Resistenza, Polo del ‘900, Archivio Fotografico della Resistenza, Circoscrizione 6 e Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile, ha raggiunto in poco tempo gli obiettivi fissati: realizzare lo spettacolo teatrale “Vivere in piedi” sulla vita di Teresa Noce, che ha debuttato a Torino il 6 dicembre 2017, e intitolare un luogo della città alla partigiana e combattente torinese. La cerimonia dell’intitolazione (addirittura di un’intera piazza!) si è svolta giovedì 21 marzo 2019 presso l’area ex Incet di Via Cigna 96, a ricordo della Madre Costituente. Un grande risultato al termine di un lungo e appassionato percorso. Un sogno che diventa realtà e rende giustizia alla memoria di Teresa Noce.

Repliche

  • Mercoledì 6 dicembre 2017, Torino, Teatro Q77 (FOTO)
  • Venerdì 20 aprile 2018, Torino, +SpazioQuattro (FOTO)
  • Venerdì 1° giugno 2018, Torino, Polo del ‘900 (FOTO)
  • Venerdì 15 marzo 2019, Nichelino, Centro Nicola Grosa (FOTO)
  • Domenica 17 marzo 2019, Torino, Cascina Marchesa (FOTO)
  • Venerdì 20 dicembre 2019, Torino, Liceo Cattaneo (FOTO)
  • Giovedì 30 settembre 2021, Torino, Istituto Istruzione Superiore Plana, realizzato con il contributo della Circoscrizione 3
  • Domenica 23 aprile 2023, Avigliana (TO), Auditorium Bertotto (FOTO)
  • Venerdì 26 maggio 2023, Bussoleno (TO), Polivalente, nell’ambito del CRITICAL WINE 2023

Informazioni aggiuntive